PROGETTO

La ricchezza del nostro Paese risiede nella cultura del fare, dello stile e della bellezza. Crediamo che l’Italia abbia grandi potenzialità di sviluppo nel campo della moda attraverso la valorizzazione dei giovani talenti. Per questo abbiamo deciso di creare un incubatore virtuale dedicato ai giovani stilisti per offrire loro visibilità e supporto al fine di promuovere l’eccellenza del Made in Italy nel design e nella manifattura in tutto il mondo. Con la collaborazione delle più importanti Scuole di Moda italiane, ogni anno selezioniamo 15 giovani stilisti che possano interpretare ed innovare i fashion trend. Grazie al mentoring della nostra direzione stile, gli stilisti realizzano nel corso dell’anno diverse collezioni che vengono commercializzate esclusivamente attraverso il nostro e-shop. Tutte le collezioni sono finanziate da noi, ma siete voi a decretare il successo degli stilisti, votandoli e acquistando uno dei capi da loro ideati. Tutti i capi e gli accessori prodotti sono di altissima qualità, progettati e realizzati interamente in Italia. Vogliamo sfruttare l’enorme bagaglio di conoscenza che il nostro territorio offre nella scelta dei fornitori più qualificati, dalla ricerca dei materiali alla costruzione dei capi, abbinando ad uno stile di impresa innovativo, la tradizione dell’eccellenza italiana nel fashion. Tradizione nella manifattura ed innovazione nel design, questo il binomio che ci contraddistingue. Perché la nostra mission è quella di fornirvi capi e accessori innovativi ed esclusivi che interpretino i nuovi trend nel fashion che voi stessi avete contribuito ad identificare votando i vostri stilisti preferiti.


CHI SIAMO

Diletta Iaia

06127_BW



Sin da bambina il mio desiderio è stato quello di diventare un imprenditore come mio padre. Così ho intrapreso gli studi economici e sono entrata in azienda subito dopo aver conseguito la laurea in Economia Aziendale all’Università di Bologna. Mio padre è scomparso troppo presto per poter condividere insieme a lui il mio percorso di crescita professionale ma da lui ho ereditato le mie migliori qualità: determinazione, spirito di sacrificio, coerenza, rispetto per gli altri che mi hanno permesso di portare avanti con orgoglio per undici anni l’attività da lui fondata. Essere una giovane donna in un settore quasi esclusivamente maschile come quello medicale, era considerato da molti un elemento di svantaggio e quindi sono sempre stata costretta a celare dietro il rigore professionale la mia femminilità. Per questo la moda ha sempre rappresentato per me un momento di evasione in cui riscoprire l’aspetto più creativo della mia personalità. Indossare il capo o l’accessorio innovativo ed esclusivo ed andare alla ricerca degli stilisti che interpretassero le nuove tendenze è divenuta una delle passioni da coltivare nei miei momenti liberi. Quando un anno fa durante un pranzo, Emanuele mi ha illustrato la sua idea di creare un incubatore di giovani stilisti per dare un nuovo impulso alla moda italiana, ho capito immediatamente che era da lì che dovevo ripartire per esprimere al meglio il mio spirito imprenditoriale. Perché non c’è niente di più appagante nella vita che fare della propria passione, la propria attività lavorativa.

Grazia Meroni

SAMSUNG



Qualcuno mi definisce un’instancabile Atena, dinamica e piena di ambizioni. Questa sono io. Dopo una laurea in Economia presso l’Università Cattolica, una significativa esperienza in consulenza- revisione presso la KPMG S.p.A. Milano, un salto nel mondo della piccola-media impresa italiana, seguendo le orme di mio padre nella gestione della società di famiglia nel settore meccano-tessile, ho deciso che volevo evolvere ulteriormente. I molteplici viaggi di lavoro nel mondo, la consapevolezza della necessità di un nuovo modo di fare impresa e la continua sete di sapere mi hanno portata a frequentare un Executive MBA presso l’Università SDA Bocconi, che è stato uno stimolo enorme per lo sviluppo dei miei sogni. Proprio in questa occasione ho incontrato Diletta, un concentrato di esperienza, energia e determinazione. Insieme ad Emanuele e Diletta abbiamo capito la forza delle nostre idee, gli abbiamo dato forma, crediamo nelle enormi risorse disponibili nel nostro Paese ed in un’ imprenditoria consapevole evoluta, basata su condivisione (sharing), responsabilizzazione (awareness) e un modello di business sociale. Ognuno di noi sta mettendo il suo sapere a servizio del progetto, quello che vogliamo è dare una vera opportunità a giovani stilisti meritevoli, sorgenti di pura creatività, sfruttando nel modo migliore la cultura del fare, dello stile e della bellezza che contraddistingue il Made in Italy nel mondo. Con il contributo fondamentale di Roberto, diamo stile all’impresa e un’impresa allo stile. Crediamo nell’esclusività e nei nuovi trend.

La bellezza è la rappresentazione di sé, la moda ne è l’emblema (G.M.)

Emanuele Canegrati

150963_10150650364936324_2000916212_n



Vulcanico e intuitivo, mi piace trasformare sconfitte apparenti in emozionanti vittorie. Un po’ perché mi piace la competizione, un po’ perché la noia non è per me. Sono un economista liberale e quindi credo nel valore della competizione onesta e nel libero mercato. Nello studio ho sempre raggiunto i traguardi che mi ero prefissato, dalla laurea in Economia alla Cattolica, al premio Agostino Gemelli, al Dottorato di ricerca in economia e finanza con esperienza presso la London School of Economics. A Londra ho imparato a confrontarmi con persone di ogni nazionalità ed estrazione sociale. A questa sono seguite diverse esperienze nella finanza pubblica e privata, dal Tesoro al Parlamento italiano, da KPMG ad HSBC. Tutto questo unito al mio interesse di intessere sempre nuove relazioni e “fare gruppo”. Il mio sogno, tuttavia, è sempre stato quello di fare l’imprenditore e di dare un contributo positivo alla crescita dell’Italia, il Paese che amo, in un momento così difficile. Creare sviluppo, dare lavoro: questo è un obiettivo che voglio assolutamente raggiungere. Da tempo avevo in mente di fondare una start-up nel campo della moda che sfruttasse le nuove tecnologie digitali per la ricerca dei trend più profittevoli. Information technology e fashion: un connubio vincente che può creare un nuovo paradigma di business. Poi ho avuto la fortuna di conoscere due persone eccezionali come Diletta e Grazia con le quali l’idea ha cominciato a prendere forma. Grazie a Roberto il progetto è entrato nella sua fase esecutiva.La cosa più bella? Vedere il nostro progetto che cresce di giorno in giorno e rendersi conto che creare qualcosa di tuo, che può servire anche ad altri, è un’emozione che non ha prezzo. Nemmeno per un economista.